STEVE VAI Biglietti - online

STEVE VAI  | Anfiteatro del Vittoriale, 5 luglio 2022

 

ESCLUSIVO: per gli iscritti alla nostra newsletter, 24 ore di prevendite esclusive, da martedì 1 marzo alle ore 11. Per sottoscrivere la newsletter clicca qui.

ATTENZIONE: per questo concerto saranno disponibili pacchetti VIP progettati dall’artista per i suoi fan più affezionati. I pacchetti VIP saranno disponibili già a partire dalla prevendita esclusiva di domattina alle ore 11, esclusivamente per gli iscritti alla newsletter del Festival. Per sottoscrivere la newsletter clicca qui.

 

TENER-A-MENTE a 4 ZAMPE: scegli un posto-zampa e vieni al concerto con il tuo cane, vi riserveremo un’accoglienza speciale, con ciotola d’acqua e snack. Info qui o al 340.1392446.

 

 

Tra i più virtuosi chitarristi degli ultimi quarant’anni, STEVE VAI torna vista-lago al Vittoriale, dopo il trionfale concerto del 2016, per presentare ‘Inviolate‘, l’ultimo album pubblicato a fine gennaio dopo 6 anni di pausa: nove tracce creative che rappresentano “il culmine di 61 anni di ispirazione e di esercizio”. VAI sarà accompagnato dai collaboratori di lunga data Dave Weiner (chitarra, tastiere), Philip Bynoe (basso) e Jeremy Colson (batteria).

È straordinario realizzare che dopo tre anni senza portare sul palco il nostro spettacolo ora questo momento è finalmente all’orizzonte, e inizieremo il viaggio in Europa quest’estate”, commenta Vai. “Posso già pregustare il ritorno on the road e gli spettatori entusiasti che incontreremo”.

STEVE VAI è un alchimista musicale di prim’ordine: mentre molti musicisti si inseriscono con facilità in una singola categoria, la sua visione musicale rimane unica e inclassificabile. Virtuosismo e versatilità rappresentano per il chitarrista due facce della stessa medaglia: i fan di ogni genere musicale sono stati catturati nel corso della sua carriera dalle straordinarie abilità chitarristiche che lo contraddistinguono e dalla sua capacità di sfruttarle per esplorare l’ampio spettro delle emozioni umane.

Nel corso della sua carriera, ha raggiunto cifre da capogiro: 15 milioni di dischi venduti, la vittoria di 3 Grammy Awards e 15 nomination, registrato con leggende quali Frank Zappa, David Lee Roth, Alice Cooper, Ozzy Osbourne e moltissimi altri. VAI ha inoltre preso parte a diversi progetti come G3 (con formazioni che hanno di volta in volta incluso Joe Satriani, John Petrucci, Eric Johnson, Steve Lukather) e il supergruppo Generation Axe formato insieme a Zakk Wylde, Yngwie Malmsteen, Nuno Bettencourt e Tosin Abasi. È anche autore del libro di teoria musicale Vaidology: Basic Music Theory for Guitar Players (Hal Leonard).

 

Nato nel 1960 a Carl Place, negli Stati Uniti, ma di origini italiane, STEVE VAI comincia a prendere lezioni di chitarra a dodici anni da Joe Satriani. A diciotto comincia la sua carriera da professionista con Frank Zappa, prima come trascrittore di partiture e poi come chitarrista per i brani più complessi. Nel 1984 pubblica il primo disco solista, ‘Flex-Able‘, e l’anno successivo, dopo l’esperienza con gli Alcatrazz, viene chiamato da David Lee Roth, ex frontman dei Van Halen, con l’intento di creare un super gruppo con Greg Bissonette alla batteria e Billy Sheehan al basso. Il primo album, ‘Eat’em and Smile‘ (1986) è una miscela esplosiva di rock, mentre in secondo, ‘Skyscraper‘, è più eclettico.
Nel 1989, in seguito a un infortunio del chitarrista Adrian Vandenberg, viene chiamato dai Coverdale a suonare nel disco ‘Slip Of The Tongue‘ e sarà con loro in tutto il tour che ne consegue.
L’anno successivo VAI pubblica il secondo disco solista, ‘Passion And Warfare‘. Già considerato tra i chitarristi più virtuosi del pianeta, viene chiamato a suonare nei dischi ‘Hey! Stoopid’ di Alice Cooper e ‘Ozzmosis’ di Ozzy Osbourne. Nel 1993 pubblica il terzo album solista, ‘Sex & Religion‘, aspramente accolto dalla critica musicale, mentre l’anno seguente si aggiudica il Grammy Award nella categoria ‘Best Rock Instrumental Performance’ per il brano ‘Sofa‘ tratto dal disco ‘Zappa’s Universe‘.
Nel 1996 arriva ‘Fire Garden‘, il quarto album solista dopo un ep essenziale (‘Alien Love Secrets‘) e inizia a farsi concreta l’idea del progetto G3, il trio composto da Steve Vai, Joe Satriani e Eric Johson i cui lavori vanno letteralmente a ruba. G3 diventa un cult e, negli anni, è stato portato in scena numerose volte, sempre con interpreti diversi, fatta eccezione per Joe Satriani.
Nel 1999 STEVE VAI pubblica ‘The Ultra Zone‘, il quinto disco solista, prima di prendersi una lunga pausa dai lavori di studio, continuando però a pubblicare brani inediti, compilation e dischi dal vivo. Nel 2001 viene pubblicato in edizione limitata ‘The Secret Jewel Box‘, un cofanetto composto inizialmente da tre dischi, fino a un totale di dieci album che verranno pubblicati nel corso degli anni.
Nel 2002 vince il Grammy Award per il ‘Best Pop Instrumental Album‘ con ‘No Substitution – Live In Osaka‘, di cui Steve Vai è produttore e ingegnere. Due anni dopo collabora con i Motorhed nel disco ‘Inferno‘ e, dopo una pausa di sei anni, torna in veste solista con ‘Real Illusions: Reflections‘, primo capitolo di una trilogia, con cui si aggiudica la nomination ai Grammy con il brano ‘Lotus Feet‘.

Data

5 Luglio 2022

Ora

09:15 PM

Luogo

Anfiteatro del Vittoriale Via Vittoriale, 12, 25083 Gardone Riviera BS
« TORNA AL CARTELLONE
« TORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE