Un teatro di festa sulle rive del lago

di Dalila Casiraghi     Alla fine dell’Ottocento in tutta Europa si dibatteva per riportare negli antichi teatri all’aperto i drammi classici. In Italia, grande sostenitore di queste tesi fu Gabriele d’Annunzio. Un viaggio in Grecia nel 1895 fece riscoprire al poeta il mondo elleno e, sulla scia di questa ispirazione, il Vate iniziò aContinue Reading

I cani del suo Nulla.

1 marzo 1938 – 1 marzo 2019 Ogni uomo seppellito / è il cane del suo nulla. Gabriele d’Annunzio morì il 1° marzo 1938 alle 20.05 per emorragia cerebrale. È sepolto al centro del Mausoleo che occupa la sommità del parco del Vittoriale. Dal 2013, 150° anniversario della sua morte, a vegliarlo sono i caniContinue Reading

Una tartaruga da Oscar

Alla vigilia della Notte degli Oscar, vi raccontiamo una storia che prende ispirazione da un’altra “Notte”, quella dell’omonimo film – Orso d’oro a Berlino, Nastro d’argento e David di Donatello nel 1961 – del regista Michelangelo Antonioni, nel 1995 vincitore del Premio Oscar alla carriera, dopo varie nomination. Una coppia in crisi cerca rimedio allaContinue Reading

Un Mago per dire il vero al mondo.

di Dalila Casiraghi Oggi, 13 febbraio, Giornata Mondiale della Radio, ricordiamo il “Mago” che – come scrive d’Annunzio – diede modo “di dire il vero al mondo”. Lui, Guglielmo Giovanni Maria Marconi – 1 Nobel, 16 lauree honoris causa, 13 cittadinanze onorarie – all’età di 20 anni iniziò da autodidatta gli esperimenti che portarono allaContinue Reading

Ritocchi di brezza, fresca.

Dietro alle prime tregue della morente estate sono sopraggiunti, nella casualità della sera, certi coloriti più blandi del cielo ampio, certi ritocchi di brezza fresca che annunciavano l’autunno. Non era ancora lo scemare del verde del fogliame, o lo staccarsi delle foglie (…). Era come una stanchezza della vitalità esistente, un vago sonno che invadeva gliContinue Reading

D’Annunzio, Braccio di Ferro e Bergonzoni

La VI edizione di Tener-a-mente ha avuto un prologo cinematografico: venerdì 24 giugno il Festival ha ospitato “URGE – il film” di e con Alessandro Bergonzoni. La proiezione è avvenuta nell’auditorium del Vittoriale degli Italiani, tappa irrinunciabile nella visita al museo in quanto spazio in cui è esposto – sospeso, non senza gran gusto scenografico,Continue Reading

Il cipresso Tener-a-mente

Gabriele d’Annunzio amava i cipressi: è evidente dalla quantità di esemplari che popolavano il Vittoriale alla sua morte, molti dei quali piantati per sua volontà nel parco della villa gardesana e tutti contraddistinti da un numero progressivo. Quando morì erano 781. Negli anni, per vecchiaia o per malattia, alcuni sono stati abbattuti. Ma, in omaggio all’amoreContinue Reading